VENEZIA - SCUDO D'ORO DEL DOGE GRITTI

€ 2.925,00
Tasse incluse

1523-1539, Venezia, Repubblica marinara

Per quanto il dogado di Andrea Gritti sia stato pacifico, lo stesso non si può dire della sua vita, che fu infatti piuttosto movimentata. Riuscì a costruire un piccolo impero commerciale fra Venezia e Costantinopoli, divenendo in breve tempo ricchissimo e rispettato. Lo Scudo coniato da questo avventuroso uomo è in oro 917, ha un peso di 3,4 g e un diametro di 26 mm.

Quantità
Articolo momentaneamente esaurito


Per quanto il dogado di Andrea Gritti sia stato pacifico, lo stesso non si può dire della sua vita, che fu infatti piuttosto movimentata. Riuscì a costruire un piccolo impero commerciale fra Venezia e Costantinopoli, divenendo in breve tempo ricchissimo e rispettato dai veneziani e dai turchi.


Cadde però in disgrazia presso questi ultimi quando si fecero tesi i rapporti fra la Serenissima e gli ottomani, che lo accusarono di spionaggio e lo incarcerarono. Sfuggito al patibolo, tornò a Venezia e partecipò a campagne militari che lo condussero di nuovo alla prigionia, questa volta in Francia. Fu però lui stesso a sottoscrivere l’alleanza veneziana con Re Luigi XII e così gli si aprì la via per l’elezione a Doge.

Lo Scudo coniato da questo avventuroso uomo è in oro 917, ha un peso di gr. 3,4 e un diametro di mm. 26.

In buone condizioni, è offerto in cofanetto con certificato fotografico di qualità Bolaffi (50%).

X686489

Scheda tecnica

Fascia di prezzo
Oltre € 1.000,00
Monete
Oro
Regno d’Italia